Bianco è online

28 maggio 2007

Bianco è online.

Sezione download fumetto.

Non so se iniziare un’introduzione con delle scuse, ma credo siano dovute, come premessa…
Scuse per chi ha aspettato molto per leggere questo fumetto, ma soprattutto molte scuse perché…non so disegnare. Decisamente.
Ma credo che qualcosa nel mio segno cambierà  nei prossimi anni.
Sono un graphic designer molto sicuro di sé, ma non altrettanto come disegnatore,però credo molto nel fumetto e credo anche nelle buone storie da raccontare.
E raccontare è una di quelle cose che mi piacciono di più dopo il design.

Bianco riflette alcuni miei stati d’animo vissuti in questi ultimi anni, alcuni riflessi della mia vita rivivono tra i pensieri e gli spazi bianchi di questo fumetto. Per certi versi è stato terapeutico scriverlo. Ognuno di noi ha delle paure da lasciare dietro o da affrontare e Bianco in un certo senso parla anche di questo.
Di come certi pensieri ti abbandonino dopo aver occupato il tuo tempo.

Nigel è un telepate, suo malgrado. Nel senso che percepisce e assorbe i pensieri degli altri, ma senza volerlo e questo lo infastidisce perché ci vuole molta concentrazione per non essere coinvolti nei pensieri di qualche sconosciuto. Non è facile assorbire i pettegolezzi di tutto il tuo quartiere ipocrita in un colpo solo e rimanerne immune. Ma lui ci è abituato.
Il problema è che il suo mondo è come il nostro, se non peggio.
à‰ sull’orlo della crisi, i conflitti rendono il pianeta silenziosamente cosciente del terrore ancora invisibile.
Il mondo sembra essere in mano solo ai bastardi e Nigel, nonostante il suo grande potere, non sa che farci. A malapena la sua ragazza lo capisce, figurarsi il resto del mondo.
Figurarsi di avvisare il mondo intero di quello che ha scoperto.
Si, perché lui ha scoperto qualcosa di brutto e impercettibile.
E non sa cosa fare.

Ho scritto Bianco anche dopo l’11 settembre.
Fra le righe, se si intuisce, ci sono alcune considerazioni sul tipo di guerra che potremmo avere in futuro, su quanto sia sempre più facile per certe persone uccidere persone estranee alle cause di una guerra e queste persone, a quanto pare, sembrano non porrere limiti alla loro creatività  distruttiva.

Bianco non è una graphic novel, visualizzatelo come quei disegni che i bambini lasciano alle maestre
all’asilo, apparentemente senza prospettive, ma di disarmante profondità .
Non so disegnare, fate finta che è un’opera underground usa e getta.
Leggete la storia e basta e ve ne sarò grato.
Guardate i disegni di questo bambino e cercate di capirne i contorni.

Un ringraziamento va a tutti quelli che mi sono stati vicino in questi anni, fonte d’ispirazione per le mie fantasie. La prossima volta sarò contento di dedicarvi qualcosa di più.
Per ora ho solo questi cinque anni passati da farvi leggere.

Luca

P.s.: Molto probabilmente questo è l’ultimo post che lascio su questo blog. L’esperimento è finito. E chi verrà  a leggere qui credo sarà  interessato a ripercorrere liberamente i pensieri di uno sconosciuto, come farebbe Nigel, dal maggio 2004 al maggio 2007 e a rifletterci un po’, se mai ci fossero argomenti universali. E lo spero.

Vi voglio bene.

Direi che ci siamo quasi. Entro questa settimana o

15 maggio 2007

Direi che ci siamo quasi. Entro questa settimana o 10 giorni Bianco sarà  scaricabile. Gratis. Avrò alcune cose da chiarire.Non mi sono fatto sentire per più di un mese. Sia per il lavoro sia per correggere alcune cose su Bianco.Ho vissuto Lanciano nel Fumetto da bravo appassionato, ho visto da lontano Steve McNiven, mi sono chiesto molte cose. Ho passato i 31 anni e ho delle idee da sviluppare. Sarà  per questo che dormo poco a volte.Direi che ci siamo quasi.

Breve parentesi. 300, il film tratto dal fumetto d

25 marzo 2007

Breve parentesi. 300, il film tratto dal fumetto di Miller sulla battaglia delle Termopili, è un capolavoro. Chiunque dica il contrario o si rifiuta di vederlo per pregiudizio non posso fare a meno di definirlo coglione. Il re degli spartani Leonida esce disegnato bene, tracciato come un eroe spartano può essere dopo aver calcolato tutto e muore come uno spartano sa morire. Storia eccelsa. I buoni perdono contro Serse, ma vincono nell'animo del secolo. Serse il presunto divino che fagocita le culture e le sottomette regalando quello che i popoli vorrebbero, in nome di una ideologia di massa, si troverà di fronte l'unica persona che gli dirà di no in nome della libertà, l'unico greco ad alzarsi e a resistere in nome della propria dignità di individuo. Colori, inquadrature, dialoghi rispettano il 300 a fumetti di Miller e Varley. Sono rimasto soddisfatto più di Sin City, tanto da avere l'adrenalina del giorno dopo, come quando lessi il fumetto anni fa. Eccelso. L'unica cosa diversa è l'ampio spazio dato alla moglie di Leonida, la regina spartana, resa come una figura decisa e emancipata in un contesto prettamente virile. Le grida di Leonida o il saluto apparentemente freddo della Regina verso il suo Spartano mi riecheggiano ancora nel cuore.Questa non è pazzia, questa è Sparta. THIS – IS – SPARTA!

Ho terminato il lettering di Bianco. In altre paro

16 marzo 2007

Ho terminato il lettering di Bianco. In altre parole è già pronto per la lettura. Sono però insoddisfatto di alcune vignette. A dire il vero non mi piace il mio segno, vecchio di 4 anni. La storia è ok.Quindi, prima di lasciarlo online, lo dovrò limare, o filtrare, o coprire, in alcuni punti.

Le debolezze, le timidezze, i pensieri leggeri e b

21 febbraio 2007

Le debolezze, le timidezze, i pensieri leggeri e bianchi che avvolgono le persone compongono un fragile prezioso cristallo, un diamante da numerose e diverse sfaccettature, che puoi solo apprezzare con il miglior microscopio quando i tuoi occhi non bastano. Tutta la polvere, la fuliggine, il carbone può essere tolto con un solo colpo, per poter scoprire parte della luce, parte di quei riflessi brillanti. Quei diamanti instabili e vibranti siamo io, tu, gli altri.Quanto più preziosa è una persona quanto più può essere fragile. E stupenda. Sempre vostro,Nigel. P.s.: Luca sta finendo il fumetto, lavoro permettendo, al tempo stesso starà  via dal blog per un po’, per diversi motivi. Anche se sono un telepate non è detto che sia obbligato a rivelarvi tutto,mh? Si affaccerà  presto.

Cerotti sulla bocca, mani legate, sono al centro d

7 febbraio 2007

Cerotti sulla bocca, mani legate, sono al centro del “cabaret feroce”, in piedi sul palco. Non riesco a leggere il cartellino che mi hanno attaccato sul petto, rivolto verso un pubblico che non riconosco. Vorrei dire la mia su tutto questo.

L'altro giorno Riccardo non sapeva come dirmel

23 gennaio 2007

L'altro giorno Riccardo non sapeva come dirmelo. Eravamo in macchina e mi ricordava di come a settembre mi ero assentato, in quella settimana infernale per me memorabile, nella quale avevo nausea di me stesso, ecc. E non avevo voglia di vedere nessuno.”Quando non ti sei fatto vedere, non so, era come quando ho iniziato a Roma per la prima volta e dicevo ai miei che sentivo la nostalgia degli anni '80, del liceo, delle cazzate che facevamo noi e che lì non ci volevo stare ecc…”Ho aggrottato le sopracciglia, cercando di percepire la sensazione.”Non so, quando non ci sei stato per più di una settimana sono corso al negozio di dischi e sono andato a comprarmi due cd vecchi dei Queen! Era come se avessi avuto la sensazione che gli anni '80 e '90 non ci fossero più quando hai deciso di non farti sentire…”.Mi sono commosso. Ci siamo detti altro, che non vi sto qui a scrivere, per favore. Ma l'amicizia è davvero un bene prezioso. In confronto poi al quotidiano, ai soggetti che incontri nel mondo del lavoro… Almeno so di avere un paradiso stabile.Quella settimana di settembre mi ha lasciato molto, un segno indelebile per certi versi. Certo che guardo gli altri in maniera diversa o quasi. Gli anni '90 sono finiti…

Destarsi dal sonno, rimango sorpreso sospeso in un

14 gennaio 2007

Destarsi dal sonno, rimango sorpreso sospeso in un pomeriggio di domenica. Non mi ricordo l'essenza dei miei sogni.Scorro gli occhi su alcuni lavori. Il computer acceso mentre di là in camera ho il letto coperto di disegni. Ho un blocco schizzi vecchio ormai con i suoi 100 fogli volanti.Rincorro idee. O le idee rincorrono me.Fuggo in una domenica pomeriggio.Ritornerò come mio solito. Sapendo già tutto quel che c'è da fare. Sorpreso sospeso da sogni a me ignoti, la realtà è così confortante nella sua creatività, a volte.

Non ho visto il Natale, se non di sfuggita, nascos

30 dicembre 2006

Non ho visto il Natale, se non di sfuggita, nascosto da un dicembre che non è più lui e da una nonna che non ha molto gradito inserire un presepe dove di solito lo spazio è scrupolosamente misurato dalle proprie abitudini, o manie. Ma non importa molto alla fine, sapevo soprattutto che era un Natale diviso, scomposto, frantumato. Lo sapevo già.Mi diverto a guardare le decorazioni natalizie altrui, mi compongono una classifica personale in base alle vie cittadine, sorrido ai padri di famiglia che decidono di mostrare gusto con i loro impianti decorativi. Ma aldilà della mia visione ilare alla fine credo sia un'invidia personale.Mi sono regalato qualcosa per me, tra le varie cose, lo dico per i patiti di fumetto, una riproduzione di V for Vendetta: un action figure alta 15 cm, ma non lo dite in giro… Almeno ogni volta che lo guardo mi ricorda che il Parlamento Inglese può essere fatto saltare per aria in nome dell'anarchia…E ci crediate o no sono indietro con i regali da fare a tutti i miei amici, che sono molti. Cosa inusuale che io pensi ai regali per 20 persone, ma ho intenzione di andare avanti. Solo che anche qui sono molto pignolo… A quanto pare, mi sono creato un Natale Extended.Ho parlato solo di un Natale Commerciale, stranamente. Andando avanti non posso fare a meno di pensare che la spiritualità è qualcosa di personale, ma non è affatto facile parlarne a volte.

Lanciano nel Fumetto. Anche quest'anno sto cur

14 dicembre 2006

Lanciano nel Fumetto. Anche quest'anno sto curando la pubblicità per Luca. Il bando del concorso potete trovarlo su www.lancianonelfumetto.it ed è aperto agli autori emergenti, agli illustratori e agli sceneggiatori. Per ora il sito lo abbiamo costruito in versione minimal, ma efficace. La cosa incredibile è che fa una media di 30 visitatori al giorno e fin'ora 340 utenti si sono scaricati anche il volantino, da novembre. Per quel che si propone Luca è davvero un inizio notevole. Inoltre colpo grosso tra gli ospiti: Steve McNiven! Siamo in attesa del suo Civil War, ma qualcosa lo si può gustare ne i suoi Vendicatori. Bel segno, pulito e dettagliato. Inoltre: Sergio Toppi, Angelo Stano, Andrea Di Vito, Moreno Burattini, Paolo Bacilieri… Oltre i rappresentanti di alcune realtà editoriali… Il concorso scade il 21 aprile 2007, la mostra è fino al 29: non mancate il 22 per vari motivi: la folla di ragazzi da ogni dove d'Italia creando un'atmosfera unica nel suo genere, i pesi massimi del fumetto che vi parlano a tu per tu e disponibilissimi e, soprattutto,… Luca Veronesi che intrattiene i professionisti e gli emergenti con il suo modo imprevedibile e fuori dal comune, fottendosene del contesto… Ragazzi se mi sentisse, ma io mi sono morto dalle risate… Non avete idea. Comunque, a parte gli scherzi, il monte premi è aumentato e non solo, chi potrà vincere avrà la possibilità di apparire su un book di Fumo di China! Fin da ora si sta creando un notevole interesse su questa manifestazione anche per questi motivi. Date uno sguardo al bando, se avete perplessità fatemi sapere che riferisco al coordinatore boss: credo che è un concorso che va incontro a tutti e si migliora di anno in anno, grazie alla sua trasparenza e genuinità.